Il 25 novembre è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Questa data è stata istituita nel 1999 dalle Nazioni Unite per promuovere una serie di iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica. È stata scelta questa data per ricordare tre donne-simbolo, le sorelle Mirabal, che combatterono contro il brutale regime del dittatore Trujillo nella Repubblica Domenicana. Queste 3 giovani donne mentre si recavano a trovare i mariti che erano stati ingiustamente incarcerati, furono intercettate dai servizi segreti del regime, trascinate in un campo, torturate e picchiate a morte. Nel 1980 il primo Incontro Internazionale Femminista, in Colombia, ha consegnato alla storia la celebrazione di questa data come simbolo di resistenza a tutte le forme di violenza contro le donne

La violenza sulle donnne affonda radici lontane, e se un tempo le si dava la caccia in quanto streghe oggi le si ammazza in quanto mogli, amanti o semplicemente donne, e se non le si ammazza le si sfregia a vita.

Di Lucia Annibali e di Gessica Notaro, conosciamo bene i volti e le storie che le hanno segnate a vita. Di loro pero’ mi piace sottolineare il coraggio, di ribellarsi e di reagire.

In Italia nel 2018 si sono contate 68 vittime, tutte donne ammazzate per mano dei loro compagni o conoscenti. C’e’ ancora molta strada da fare, anche se sono aumentate notevolmente i casi di denunce, il che fa ben sperare.

Rompere il muro di omertà e avere il coraggio di denunciare ogni forma di violenza non solo quella fisica ma anche quella psicologica e verbale resta in questo momento l’unica forma di tutela e di prevenzione che possiamo attuare.

Numerose le iniziative messe in campo per celebrare il 25 novembre.

Io ho aderito a quella #èsempre25novembre voluta da Sorgenia.

E’ un iniziativa a cui possono aderire tutti, basta avere un profilo Instagram. Non dovete fare altro che pubblicare una foto in cui compare il numero 25 con l’hastag #èsempre25novembre. Per ogni foto pubblicata entro Natale Sorgenia donera’ un euro a La Grande Casa una onlus che si occupa dell’integrazione sociale delle persone piu’ fragili.

Follow my blog with Bloglovin